22 settembre 2016 | by La Redazione Emilia Romagna
Femminicidio: i senatori Idv Bencini, Molinari e Romani sgomenti per quanto accaduto a Ravenna

Hanno dichiarato: “È un dovere morale della politica dotarsi soprattutto di strumenti preventivi che agiscano sul comportamento, sull’ educazione sentimentale” “Un nuovo femminicidio, un nuovo dramma, ancora violenza efferata: quanto accaduto a Ravenna a Giulia Ballestri lascia sgomenti. Dinanzi a un bollettino di guerra quasi quotidiano su donne aggredite, ferite, uccise, spesso con bambini, l’ […]

Hanno dichiarato: “È un dovere morale della politica dotarsi soprattutto di strumenti preventivi che agiscano sul comportamento, sull’ educazione sentimentale”

“Un nuovo femminicidio, un nuovo dramma, ancora violenza efferata: quanto accaduto a Ravenna a Giulia Ballestri lascia sgomenti. Dinanzi a un bollettino di guerra quasi quotidiano su donne aggredite, ferite, uccise, spesso con bambini, l’ Italia continua a reagire in modo insufficiente”. È la dichiarazione dei senatori Idv Alessandra Bencini, Francesco Molinari e Maurizio Romani , all’ indomani dei tragici fatti di cronaca ravennati. “Niente prevenzione speciale (asfissiante controllo al primo accenno di comportamento violento), niente pene più rigorose da applicare prima dell’ irreparabile, niente programmi socio-educativi, niente risarcimento alle vittime – continuano i senatori -. Insomma, nessun piano antiviolenza. Bisogna invertire la rotta, e da subito”. “È un dovere morale della politica – concludono – dotarsi soprattutto di strumenti preventivi che agiscano sul comportamento, sull’ educazione sentimentale”.