8 settembre 2016 | by La Redazione Emilia Romagna
Lega Nord e Idv all’attacco

OSPEDALE, continua la polemica politica. Oggi sull’ argomento intervengono la Lega Nord e l’ Idv. In particolare i due esponenti del Carroccio Andrea Liverani e Gabriele Padovani attaccano la lista civica ‘Insieme per cambiare’ che nei giorni scorsi aveva espresso parole dure contro la scelta di dirottare su altre strutture i cesarei programmati. «’Insieme per […]

OSPEDALE, continua la polemica politica. Oggi sull’ argomento intervengono la Lega Nord e l’ Idv. In particolare i due esponenti del Carroccio Andrea Liverani e Gabriele Padovani attaccano la lista civica ‘Insieme per cambiare’ che nei giorni scorsi aveva espresso parole dure contro la scelta di dirottare su altre strutture i cesarei programmati. «’Insieme per cambiare’ esce con inutili proclami, ma non ha ancora capito che a detenere le leve del comando è il Pd, suo alleato alla guida della città e in maggioranza in Regione – dicono i due esponenti leghisti -.
Se la ‘civica’ vuole davvero salvare l’ ospedale metta alle strette il Pd, minacciando le dimissioni dei suoi due consiglieri e dell’ assessore all’ urbanistica Piroddi.
Tolgano così il loro sostegno alla giunta faentina».
Si oppone al depotenziamento di Ostetricia anche l’ Idv: «Diciamo no ad ogni prospettiva di progressivo smantellamento del reparto e siamo contrari alla decisione dell’ Ausl di dirottare una serie di parti programmati verso Ravenna e Cesena – affermano la portavoce nazionale Daniela Caprino e il segretario cittadino Davide Zagonara -. Fino a pochi anni fa quest’ ospedale aveva oltre 900 parti annui, nel 2015 ne sono stati registrati 710, nel 2016 ne sono previsti 650 ma già da agosto molte gestanti che non possono partorire fisiologicamente vengono trasferite altrove. Così si potrebbe scendere a meno di 500, tetto sotto il quale la Regione non fa deroghe».